Mobilità sanitaria

La gestione economica delle compensazioni tra regioni dal 2010 con l’emanazione del TU per la mobilità sanitaria 3 degli emocomponenti labili è stata inclusa nella mobilità sanitaria nazionale, pertanto in SISTRA è stata costruita una funzione per la gestione delle informazioni relative alla cessione degli emocomponenti labili. La funzione è ad esclusivo utilizzo dei coordinatori regionali delle attività trasfusionali e prevede che la regione che cede unità omologhe e autologhe ad altre regioni inserisca le cessioni nella apposita sezione, tale inserimento è possibile sia attraverso lo scarico di file XML che direttamente on-line.

La regione che ha ricevuto le unità richieste deve approvare nel sistema tale acquisizione che a questo punto passa dallo stato di ‘inviata’ allo stato di ‘approvata’ e può essere valutata economicamente. Entro il 15 maggio dell’anno successivo all’anno di compensazione tutto il processo di approvazione e consolidamento delle compensazioni viene concluso e si provvede a generare una matrice economica che contiene la rendicontazione annuale dei saldi attivi e passivi per ciascuna regione e provincia autonoma. Tale matrice viene trasmessa ai referenti della mobilità sanitaria di ciascuna regione e provincia autonoma e al coordinamento nazionale della mobilità sanitaria.