Globulandia

La sigla della convenzione tra la rete italiana Città Sane OMS e il Centro Nazionale Sangue è finalizzata alla realizzazione di iniziative e progetti sulle tematiche della salute della solidarietà e della prevenzione secondo le direttive dell'Organizzazione mondiale della sanità: dal 10 al 21 ottobre 2012, a Modena, inaugura Globulandia. Una mostra e interattiva e multimediale, per un viaggio straordinario nell'universo sanguigno.


Il sangue è stato visto nei secoli come il più prezioso elisir, “sacro” come il contenuto del “Santo Graal”, universalmente considerato come il veicolo di vita, umor vitale . Ora c'è una mostra che ci racconta questo vero e proprio protagonista di vita.
Globulandia, a Modena dal 10 al 21 ottobre. Stay tuned.


Come nasce una mostra? Ci addentriamo nel backstage per capire come nasce un exhibit complesso coma le Blood Box. Fra multimedia e artigianato, è come stare sul set di un film fra professionisti che, di fatto, non fanno altro nella vita. Massima verità. Massima finzione.


Una struttura scenografica che scaturisce dalla forza emozionale e sensoriale del sangue, da sempre presente nelle manifestazioni spirituali e culturali dell’uomo. Una vera e propria riproduzione di un vaso sanguigno all’interno del quale i visitatori scoprono morfologia, composizione e funzioni del sangue. Un’esperienza olistica spiegata e raccontata dalla curatrice della mostra: Gloria Pravatà.


Ultimi preparativi e si apre al pubblico. Modena accoglie Globulandia: un exhibit museale che, attraverso un percorso-avventura sensoriale, conduce alla scoperta del sangue, stimolando l’apprendimento delle nozioni di biologia, storia della medicina, farmaceutica, favorendo una scelta consapevole verso la donazione di sangue, quale indicatore di salute e straordinaria abitudine.


L'art director di Globulandia ci racconta il concept grafico da cui è partita per realizzare la grafica della mostra. La strett art e i nuovi linguaggi artistici permeano i pannelli dell'allestimento.

 

Il regista della Blood Box ci racconta la strana avventura di un allestimento cinematografico pensato per una mostra. Dentro una vena, un salto nel buio alla scoperta di cosa succede dentro il nostro corpo. Esplorando la circolazione sanguigna.


Comunicare la scienza è un compito delicato e importante. Oltre ad allestimento, nuovi media ed exhibit interattivi, è fondamentale curare tutti i contenuti in mostra. Per farlo ci siamo fatti aiutare da Daniele Prati, esperto di medicina trasfusionale, ematologia, e amico di Globulandia.


Pier Luca Lanzi, docente di videogame design al Politecnico di Milano, e gli studenti del gruppo AlfaCloud ci raccontano Globulandia 3.0. Una serie di app su smartphone per imparare giocando le caratteristiche del sangue. Fra donazione e prevenzione.


Globulandia / Starring Massimiano Bucchi
Massimiano Bucchi, docente di sociologia della scienza e comunicazione della scienza presso l'Università degli Studi di Trento e membro del comitato scientifico di Observa Science in Society, un centro di ricerca no profit che si occupa dei rapporti tra scienza e società, ci spiega il suo punto di vista sulla mostra, ne sottolinea l'originalità e ci racconta come intende utilizzarla per capire meglio la questione sangue e donazione.